Skin ADV
 
ASSOCIAZIONE
ATTIVITA' CULTURALI
SCUOLA DI GIAPPONESE
STUDIA IN GIAPPONE
LINGUA GIAPPONESE
TURISMO
LAVORO IN GIAPPONE

ARTI TRADIZIONALI
ARTI MODERNE
SOCIETA'
CUCINA
GLOSSARIO
PHOTOGALLERY
COLLABORATORI
ERIKO
TESSERA ASSOCIATIVA
LINK
CONTATTI
 
SITE MAP
 
 
 

Peter Hoflich
Scrittore e Musicista
Da quando aveva 16 anni viaggia molto, soprattutto per l’Europa e l’Asia, ed ha vissuto a Taiwan, in Giappone (Osaka), ed a Singapore, dove vive ancora oggi. E' appassionato di musica ma privo di senso musicale, dunque si concentra sullo scrivere.  
Con l’incoraggiamento di Matt Kaufman, il genio dietro l’influente rivista Exile Osaka, ha lanciato Head Cheese un periodico di recensioni di concerti e CD. Non accontentandosi di questo materiale, l’ha usato per creare lo sfondo del suo primo romanzo. Eccone i primi capitoli.
 Dal 2003, con l’aiuto della fortuna e di un po’ di organizzazione, riesce a sostenersi scrittura. Pubblica almeno 100 articoli all’anno, e ha da poco esordito con il suo primo libro di finanza, Asia’s Banking CEOs (Wiley, 2008). Nel tempo libero disegna siti web, scrive per il sito Wikipedia, compone musica sull’I-Mac, o ricerca su YouTube musica e documentari; suona le sue Fender Stratocaster e Les Paul.  
Per il sito cultura-giapponese Peter scrive contributi nelle sezioni su: J-pop e Rock, Sumo, Letteratura Moderna. Suoi sono i testi in nero in queste rubriche, se non diversamente specificato.
Il materiale originale si trova su: www.hoflich.com

Silvio Franceschinelli
Direttore scuola di lingue
Nato e cresciuto a Legnaro, Padova, dopo il diploma in ragioneria scopre che il suo destino è da tutt’altra parte e precisamente nelle lingue. Al tempo stesso porta avanti una serie impressionanti di hobby e attivita’: allena varie squadre di pallavolo, suona la batteria in un paio di gruppi rock, organizza festival musicali, si da alla politica diventando consigliere comunale, e molto altro ancora. Stanco di tutti questi impegni, ad un certo punto prepara lo zaino e parte: trascorre vari anni all’estero; nel suo curriculum troviamo Slovenia, Australia e Giappone.
Approfondisce lo studio delle lingue nelle università di Padova, Lubiana e Osaka; quest’ultima esperienza in Giappone, dove per due anni insegna italiano in una scuola privata, lo porta ad essere uno dei fondatori dell’associazione OCHACAFFE’. Nel 2003 fonda, e da allora dirige, l’istituto linguistico e culturale Il Mulino di Legnaro, punto d’incontro per italiani che studiano lingue straniere e stranieri che studiano italiano. Qui oltre ad essere il direttore insegna, traduce, e quando ha tempo continua a viaggiare.
Contribuisce a questo sito nelle sezioni: Musica J-pop e rock, Turismo, Letteratura moderna; sotto il nome d'arte di DJ SHIRU diffonde la conoscenza della musica giapponese e fa divertire gli appassionati di J-Rock e J-Pop.

Eriko Kawasaki
Cantante, modella
Vive in Italia da qualche anno, dove studia musica (canto e pianoforte) e collabora con l'associazione Ochacaffè per i contenuti di tipo artistico e musicale. Insegna giapponese, crea opere in stile kiri-e ed è indossatrice di moda e di abiti tradizionali giapponesi (kimono e yukata).

Alessia Tino
Se mi guardo allo specchio, vedo gli occhi a mandorla ed il mio cuore batte in giapponese…

Nata a Roma nel 1978. I mitici anni ’80 fanno da sfondo alla mia infanzia e nei miei ricordi più dolci e nitidi, mi ritrovo, sommersa da matite colorate, pennarelli, acquerelli, a disegnare su fogli che si animavano della mia “arte”. Mi guardo con tenerezza mentre sono davanti la tv, attenta ed affascinata da quei personaggi dei cartoni animati che ben volentieri inserivo anche nei miei pazzi e sfrenati giochi, divenendo così una determinata Alessia-Candy Candy, una scaltra Alessia-una delle sorelle Occhi di gatto (solitamente Sheila, quella con i capelli lisci!), una magica Alessia-Creamy o una forte Alessia-Uomo Tigre (strane combinazioni!)
Un’adolescenza, poi, fatta di vita scolastica, amicizie, primi sensuali segreti, prime cotte, primi trucchi, ed è nell’ultimo anno del liceo classico, tra una versione di latino ed una di greco, che avviene il mio primo contatto con le sensazionali pagine di un manga prestatomi da un compagno di classe.
Manga divorati in men che non si dica, non potevo continuare a farmeli prestare…dovevano essere di mia proprietà! Più leggevo e più compravo fumetti, più scoprivo la cultura giapponese e più mi innamoravo del Sol Levante, più mi documentavo anche con libri, ricerche su internet, riviste, più mi lasciavo assorbire dall’amore per ogni “made in Japan”, per ogni suo mistero, oggetto, per ogni sua tradizione, innovazione, moda, estetica, filosofia…
Ora mi divido tra il (noioso!) lavoro in un call center, svariati impegni e passioni, ma la mia passione più grande è proiettata verso quel Giappone così lontano eppur così vicino alla mia sensibilità e a tutto ciò che sono e che vivo.
Ovviamente… ancora oggi compro manga e mi vesto di essi come fossero un prezioso kimono; guardo cartoni animati ed è come se il mio sguardo si posasse sulla pettinatura perfetta di una geisha, così, giorno per giorno, continuo ad innamorarmi delle infinite sfaccettature del Giappone e mi lascio quotidianamente cullare dalla musicalità di un furin al vento…
Su questo sito curo la sezione anime e manga…
l’avevate immaginato (^_^) ?!

Yoshie Nishioka
Insegnante di lingua giapponese, inteprete e traduttrice
Nata ad Osaka, Giappone, mostra da sempre interesse sia verso la storia e cultura giapponese che quella italiana. Si laurea in lingua e civiltà italiane all’università internazionale di Osaka (Osaka Gaikokugo Daigaku), ed approfondisce gli studi per un anno all’università per stranieri di Siena.
Dal 2003 insegna lingua giapponese all’Istituto Il Mulino, dove e’ responsabile della didattica e della formazione degli insegnanti, nonche’ traduttrice ed interprete. Dal 2004 è presidente dell’associazione di amicizia Italia-Giappone OCHACAFFE’, che si propone di far conoscere la cultura nipponica in Italia attraverso eventi, proiezioni, incontri e dibattiti, e si prende cura dei rapporti internazionali dell’associazione Higan. Legge tantissimo, sia i classici che scrittori moderni, viaggia quando puo’, ama il buon cibo sia italiano che giapponese.
In questo sito traduce i testi da giapponese a italiano, e cura la sezione in giapponese dedicata a chi ci segue dal Giappone, con un blog informativo su vita e cultura italiana.

Helena Burton
Profonda conoscitrice dell’arte del tatuaggio
Ha scritto la tesi che pubblichiamo sulla sezione tatuaggi quando studiava giapponese all’universita’ di Oxford. Al tempo non era tatuata ma era molto interessata alla materia, e alle sotto-culture giapponesi (si e’ sempre considerata una ragazza ribelle, e lo ha dimostrato con piercing, capelli rasta, e piu’ tardi tatuaggi).
Ha vissuto un anno e mezzo in Giappone studiando all’universita’ di Hiroshima; ha cercato di farsi tatuare dal famoso Horiyoshi III ma questi era prenotato per oltre un anno cosi’ ha inaugurato il proprio corpo con l’artista Xed leHead allo studio Into You di Londra.
I lived in Japan for a year and a half during my degree and studied at Hiroshima Uni.
Aumenta il suo interesse per tatuaggi e piercing, e partecipa alla comunita’ online BME (Body Modification Ezine). Viaggia per sei mesi in Polinesia e Nuova Zelanda, conducendo un’altra lunga ricerca sul tatuaggio. Sulla via del ritorno visita ancora Kyoto, e decide da seguire un master in “Letteratura e Antropologia dell’Asia orientale”.
Avrebbe voluto continuare con la carriera accademica, ma problemi economici la dirottano verso un lavoro in un’agenzia viaggi che le permette di continuare a viaggiare e fare esperienze; il lavoro le piace e diventa Manager del settore vendite. Al momento continua la carriera nell’industria dei viaggi lavorando per una linea aerea, e accantona definitivamente l’universita’. I tatuaggi, gli studi antropologici e i viaggi rimangono il suo passatempo preferito, e su questi argomenti e’ stata intervistata da diverse riviste e da Discovery Channel. La sua casa e’ piena di libri sull’argomento, e la sua schiena di tatuaggi, come anche braccia, gambe, bocca, e altri posti. I piercing se ne sono andati da un pezzo, pero’, e deve indossare un abito “serio” quando al lavoro!

Nishioka Bodaishi
Monaco Buddista, insegnante di storia, poeta per passione
Nato a Osaka, Giappone, il 9 giugno 1951. Si e’ laureato in buddismo presso l’Universita’ Buddista di Kyoto, ed e’ poi diventato monaco priore del tempio Soenji della scuola Jyodo.
Dal 1978 insegna anche storia e religione presso una scuola superiore di Osaka.
Nel 1981 e’ entrato nell’assocazione di Haiku “Hannoki”, dove ha ricevuto il nome d’arte “Bodaishi”.
Nel 2001 ha ricevuto un premio speciale al concorso di nazionale giapponese di haiku.
Dal 2007 e’ stato nominato Daisouzusankyou della scuola Jyodo (浄土宗 大僧都讃教), una carica riservata ai monaci buddisti di alto livello. E’ molto appassionato di storia e filosofia, sia giapponese che occidentale, visita l’Italia ogni volta che ne ha la possibilita’. Ha anche un passatempo molto terreno, il golf, che lo aiuta a rilassarsi e concentrarsi.

Hanno contribuito agli articoli presenti in questo sito anche:

Niadra Sunshine
Artista, musicista, lettrice accanita. Sezione letteratura

Luca Baldo
Informatico. Sezione letteratura.

Valeria Raso Matsumoto
Maestra di ikebana e artista.
Sezione ikebana e artigianato

Kumi
Stilista di abiti tradizionali giapponesi. Sezione kimono

Hanno apportato miglioramenti tecnici e di usabilità a questo sito:

Ettore Mitali
Tecnico informatico

Eleonora Tramonti
Esperta in ambito Web