Skin ADV
Cultura Giapponese
 
ASSOCIAZIONE
ATTIVITA' CULTURALI
SCUOLA DI GIAPPONESE
STUDIA IN GIAPPONE
LINGUA GIAPPONESE
TURISMO
LAVORO IN GIAPPONE

ARTI TRADIZIONALI
ARTI MODERNE
j-pop e rock
Nascita del j-rock
Heavy Metal anni '80
Band Maid
Mika Kobayashi
Loudness
X-Japan
Asterplace
Jam Project
Ali Project
Pinky doodle poodle
Enka
Testi
Idol
Bakusute Sotokanda Icchome
Saga
Mayuko
Airly
Loverin Tamburin
A9
danza e teatro
anime e manga
architettura e design
arti visive
videogiochi
cinema
letteratura giapponese
letterat. sul Giappone
moda
cosplay
SOCIETA'
CUCINA
GLOSSARIO
PHOTOGALLERY
COLLABORATORI
ERIKO
TESSERA ASSOCIATIVA
LINK
CONTATTI
 
SITE MAP
 
 
 

Loverin Tamburin

loverin tamburinI Loverin Tamburin sono una band giapponese formatasi nel lontano 1997 a Hiroshima. Inizialmente Aya e Akihiro erano due artisti separati, ma dopo essersi conosciuti e aver capito che musicalmente erano sulla stessa lunghezza d’onda, decisero di fondare un duo che originariamente si chiamava “A-A”. Fu solo nel 2001, quando si trasferirono a Tokyo, che diedero vita alla band che oggi conosciamo come Loverin Tamburin. “Loverin Tamburin” fu scelto perché, dopo aver visto quell’“A-A” scritto nero su bianco, così corto e piccolo, i due fondatori decisero di cercarsi un nome diverso, con una sonorità più accattivante.

I fondatori del gruppo, entrambi originari di Hiroshima, si incontrarono e si conobbero mentre suonavano di supporto ad un’altra band. Aya, la cantante principale, ha sempre amato la musica e il canto. Ha iniziato a comporre e a scrivere testi seguendo il suo desiderio di cantare canzoni che le piacevano realmente. Prima del progetto Loverin Tamburin, aveva avuto esperienza come main vocalist in altre band. Akihiro invece, pianista, dopo un esordio in ambito sportivo nella BMX (a 10 anni infatti vinse l’argento al Japan BMX tournament), ha deciso di diventare musicista. Prima della band, faceva il pianista nei club degli hotel e suonava nella sua band indie. Gli altri membri del gruppo sono Igarashi Kouta, batterista, Fujio Ryo, chitarrista, e Fire, al basso.

loverin tamburin

Nonostante questo gruppo J-Rock/Pop sia stato fondato agli inizi degli anni 2000, il vero debutto avvenne solo nel 2006 con il brano Aishitageru, che venne usato come sigla di apertura dell’anime "Makaisenki-Disgaea". Nel 2007 poi, confermarono il loro posto sulla scena musicale giapponese con  "mo・o!", sigla di chiusura dell’anime "Nanatsuiro☆drops". Ma fu nel 2009 fu con la canzone Mugen Fighter, la theme song degli "Hiroshima Toyo Carp”, una squadra di baseball giapponese, che coronarono il loro successo.

loverin tamburinNel corso degli anni questo gruppo rock è diventato famoso per le numerose cover di sigle e theme songs di famosi anime e film di animazione, tra cui quelli dello Studio Ghibli, di cui Aya ha fatto una famosissima cover nel 2008 e che per lei rappresenta uno dei loro lavori che più sono rimasti nel suo cuore. Ma sono moltissime le sigle degli anime reinterpretate dalla band: si va da Sailor Moon a Dragonball Z, dai Pokemon a Saint Seiya  solo per citarne alcuni. È Akihiro ad occuparsi dell’arrangiamento e dell’adattamento della canzone alle tonalità e allo stile della band. Infatti, a detta degli artisti, nonostante le cover siano canzoni “di qualcun altro”, i Loverin Tamburin cercano comunque di mettere tutte le loro emozioni e interpretare i testi e la musica in accordo con i loro sentimenti, tanto da renderle loro.
Oltre ad essere una delle cover band più conosciute tra gli appassionati di anime e manga, i Loverin Tamburin si dedicano anche alle canzoni originali, i cui testi e musica sono scritti da Aya. I membri della band dicono che per le loro canzoni si ispirano alla vita quotidiana, ai sentimenti di ogni giorno e alla loro interiorità.

Tra le news annunciate sul loro sito ufficiale  ve ne è una particolare: la loro nuova canzone DA-SHI-TE verrà utilizzata dalla Nippon Ichi Software nel videogioco per PS Vita “大江戸BlackSmith”. Nel curriculum del gruppo troviamo anche un gran numero di festival internazionali a tema anime e videogames, ad esempio fanno parte della line up del Napoli Comicon nel 2015 e propongono il loro live durante l’Haneda Festival di Tokyo, di cui hanno anche scritto la canzone ufficiale.