Skin ADV
 
ASSOCIAZIONE
ATTIVITA' CULTURALI
SCUOLA DI GIAPPONESE
Metodologia didattica
JLPT
Corso Intensivo Estivo
Trucchi per PC
On-line - Lesson 1
On-line - Lesson 2
On-line - Lesson 3
On-line - Lesson 4
On-line - Lesson 5
On-line - Lesson 6
On-line - Lesson 7
On-line - Lesson 8
On-line - Lesson 9
STUDIA IN GIAPPONE
LINGUA GIAPPONESE
TURISMO
LAVORO IN GIAPPONE

ARTI TRADIZIONALI
ARTI MODERNE
SOCIETA'
CUCINA
GLOSSARIO
PHOTOGALLERY
COLLABORATORI
TESSERA ASSOCIATIVA
LINK
CONTATTI
 
SITE MAP
 
 
 

Lezione 5 - Arrivano i verbi!


- Uso dei verbi
- Il passato
- Parole utili
- Consigli per lo studio

Usare i verbi
Al tempo presente, e’ molto facile produrre semplici frasi con i verbi giapponesi. Perche’? Perche’ nella parlata piana, non sono richieste coniugazioni. In giapponese il verbo principale sara’ sempre alla fine della frase, se escludiamo le particelle che a volte lo seguono. Vediamo un esempio (d’ora in poi le parole che non riconoscete e non sono state spiegate in lezioni precedenti si troveranno alla fine della lezione):
Tanaka san wa mizu o nomu.-たなかさんはみずをのむ。-田中さんは水を飲む。
[Tanaka arg water co drink.]
Tanaka drinks water.
NB: Arg e’ abbreviazione per argomento per chiarire la particella wa, co sta per complemento oggetto. So definira’ il soggeto, cioe’ la particella ga.
Ame ga furu.-あめがふる。-雨が降る。
[Pioggia so precipita.]
Piove.
Kore o kau ka.-これをかうか。-これを買うか。
[Questo co comprare?]
Compri questo?
Itsu gohan o taberu?-いつごはんをたべる?-いつご飯を食べる?
[Quando pasto co mangiare?]
Quando mangi?

Fino a qua e’ abbastanza facile.  Vedete che ho inserito “tu” in molte delle traduzioni. Chi parla poteva anche riferirsi a chiunque altro, questo dipende dal contesto, ma se chiedete quclosa di simile a quanto sopra chi ascolta capira’ che vi riferite a lui/lei. Ora che sapete come mettere un verbo nella frase, proseguiamo con:
Coniugazioni
Ci sono tre tipi di verbi in giapponese: ichidan verbi, godan verbi, e verbi irregolari.  Ichidan significa “un passo” e i verbi in questa categoria sono coniugati abbastanza facilmente. Altri metodi di insegnamento li chiamano verbi “ru” o verbi con vocale. Godan significa “cinque passi”, questi verranno spiegati piu’ tardi. Si chiamano anche verbi “u” o verbi consonantici.
Inizieremo con i verbi ichidan, dato che sono i piu’ semplici.
Verbi ichidan
Tutti gli ichidan finiscono con -eru o -iru.  Se vedete un verbo con una finale diversa, non e’ ichidan. Come detto, gli ichidan sono relativamente facili da coniugare e tutto quello che dovete fare per cambiarli al passato e’ predenre la forma piana, eliminare il –ru e sostituirlo con –ta.
taberu --> tabeta たべる-食べる-->たべた-食べた
oshieru--> oshieta おしえる-教える-->おしえた-教えた
iru --> ita いる-->いた
Verbi godan
I verbi godan non sono altrettanto facili, cosi’ li ho raggruppati per tipi che si coniugano in maniera simile.
-U, -TSU, -RU -う、-つ、-る
-MU, -NU, -BU -む、-ぬ、-ぶ
-KU -く
-GU -ぐ
-SU -す
Come avete notato, ci sono verbi godan che finiscono in -ru. Questo vuol dire che dovrete imparare se un verbo che finisce in -iru o -eru e’ ichidan o godan.  Ci sono probabilmente piu’ verbi ichidan che finiscono in -eru che verbi godan, e piu’ verbi godan che finiscono in -iru che ichidan, ma ce ne sono molti di entrambi in tutti e due i gruppi.

Per coniugare verbi che finiscono in -u preceduta da vocale, -tsu o -ru, togliete la sillaba finale e sostituitela con -tta:
matsu --> matta まつ-待つ-->まった-待った
hashiru --> hashitta はしる-走る-->はしった-走った
toru --> totta とる-取る-->とった-取った
kau --> katta かう-買う-->かった-買った
Verbi con -mu, -nu o -bu si coniugano rimuovendo la parte finale e aggiungendo -nda:
yomu --> yonda  (i verbi in -mu sono pochi) よむ-読む-->よんだ-読んだ
shinu --> shinda (questo e’ l’unico verbo -nu) しる-知る-->しった-知った
yobu --> yonda (uguale a yomu, vedere come sono scritti o fare attenzione al contesto per capire)
よぶ-呼ぶ-->よんだ-呼んだ
tobu --> tonda とぶ-飛ぶ-->とんだ-飛んだ
I verbi in -ku, vanno cambiati in -ita
tataku --> tataita たたく-叩く-->たたいた-叩いた

-gu cambia in -ida
isogu --> isoida いそぐ-急ぐ-->いそいだ-急いだ

e infine, i verbi con -su cambiano in -shita
hanasu --> hanashita はなす-話す-->はなした-話した
desu --> deshita です-->でした
Quattro sono i verbi coniugati in maniera irregolare al passato:
suru --> shita する-->した
iku --> itta (l’unico verbo completamente irregolare) いく-行く-->いった-行った
kuru --> kita くる-来る-->きた-来た
da --> datta だ-->だった

Il passato si usa come il presente, aggiungetelo semplicemente alla fine della frase.
Uta o utatta. うたをうたった。-歌を歌った。
[Canzone co ho cantato/cantavo/cantai.]
Ho cantato una canzone.
Nihongo o hanashita. にほんごをはなした。-日本語を話した。
[Giapponese co ho parlato/parlavo/parlai.]
Ho parlato/parlavo/parlai giapponese.
(D’ora in poi traduciamo solo con il passato prossimo, per semplificare, ma tenete presente che essendo l’unico passato esistente, corrisponde a tutti i passati italiani).
Yoshie san ga tabeta. よしえさんがたべた。-芳栄さんが食べた。
[Yoshie so ha mangiato.]
Kuruma o oshita. くるまをおした。-車を押した。
[Auto co spinta.]
[Lei] ha spinto l’auto.

Parole utili per le vostre liste

Misto:
san(さん) – questa parola si aggiunge dopo il nome di qualcuno per mostrarle rispetto. A volte viene tradotto con signor o signora, ma e’ un po’ diverso. Puo’ essere usato con nome o cognomi, e non deve essere dimenticato quando si parla con o di un’altra persona, ma non di se’ stessi.
Itsu – quando いつ
Pronomi:
kore – questo これ
sore – quello それ
are – quello laggiu’ あれ
ame – pioggia あめ-雨
gohan – pasto/riso bianco bollito ごはん-ご飯
kuruma – automobile くるま-車
mizu – acqua みず-水
nihongo – lingua giapponese にほんご-日本語
okane – soldi おかね-お金
sora – cielo そら-空
terebi - T.V. テレビ
uta – canzone うた-歌
Aggettivi:
atsui – caldo, bollente あつい-暑い
ii – buono いい-良い
samui – freddo atomosferico さむい-寒い
warui – cattivo わるい-悪い
Verbi:
erabu – scegliere えらぶ-選ぶ
furu – precipitare, cadere (per vento, neve, ecc.) ふる-降る
hashiru - correre (godan) はしる-走る
iku – andare いく-行く
iru - esistere (per soggetti animati: gente, animali di grossa taglia, ecc.) (ichi) いる
isogu – essere di fretta いそぐ-急ぐ
kau – comprare かう-買う
kiku – ascoltare きく-聞く
kuru – venire くる-来る
matsu – aspettare まつ-待つ
motsu – avere, possedere もつ-持つ
nomu – bere のむ-飲む
oshieru - insegnare (ichidan) おしえる-教える
osu – spingere おす-押す
shinu – morire しぬ-死ぬ
suru – fare する
tataku – battere たたく-叩く
tobu – saltare, volare とぶ-飛ぶ
toru – prendere とる-取る
utau – cantare うたう-歌う
yobu – chiamare よぶ-呼ぶ
yomu – leggere よむ-読む

Consigli per lo studio
Ripassiamo i consigli precedenti:
Studiare con qualcuno, meglio se con un corso
Parlare con giapponesi in internet in chat room, o negli eventi organizzati in giro per l’Italia da associazioni come OCHACAFFE’
Non proccupatevi di quello che ancora non sapete
Ripassate spesso
Usate le parole all’interno di frasi
Ascoltate le parole che avete imparato in anime/canzoni/videogiochi
Imparate le parole delle canzoni che vi piacciono (chiedete all’insegnante qualche titolo di canzone facile da reperire e da studiare)