Skin ADV
 
ASSOCIAZIONE
ATTIVITA' CULTURALI
SCUOLA DI GIAPPONESE
Metodologia didattica
JLPT
Corso Intensivo Estivo
Trucchi per PC
On-line - Lesson 1
On-line - Lesson 2
On-line - Lesson 3
On-line - Lesson 4
On-line - Lesson 5
On-line - Lesson 6
On-line - Lesson 7
On-line - Lesson 8
On-line - Lesson 9
STUDIA IN GIAPPONE
LINGUA GIAPPONESE
TURISMO
LAVORO IN GIAPPONE

ARTI TRADIZIONALI
ARTI MODERNE
SOCIETA'
CUCINA
GLOSSARIO
PHOTOGALLERY
COLLABORATORI
TESSERA ASSOCIATIVA
LINK
CONTATTI
 
SITE MAP
 
 
 

Lezione 8

E qualcuno disse all’universo: "Io esisto!"
- Ripasso degli obiettivi del corso
- Esistere in giapponese
- Una nota sulla particella GA
- Frasi di esempio
- Parole da imparare
- Punti da non dimenticare

Ripasso degli obiettivi del corso
Vi rubero’ qualche minuto per ripetere gli scopi di questo corso. Diversamente dai corsi tenuti dalle insegnanti de Il Mulino, queste lezioni non si concentrano sulla lingua formale e sullo studio degli ideogrammi di origine cinese (Kanji). Vedremo queste cose alla fine, brevemente, dato che per ora vogliamo imparare a parlare con i nostri amici giapponesi e a vedere i cartoni animati in lingua originale! Proprio per questo i corsi che seguite a scuola e queste lezioni sono indipendenti: potete seguire uno solo dei due, o meglio ancora entrambi per avere due punti di vista diversi sulla stessa lingua!

Come esprimere l’esistenza
In italiano e in altre lingue, si usa il verbo essere per indicare dove ci si trova (“Sono a scuola”), ed esiste anche il verbo stare. In giapponese posso usare desu per indicare dove si trova qualcosa, ma esiste un altro metodo, piu’ preciso, che sara’ meglio imparare per primo. In giapponese quando qualcosa si trova in un particolare posto, ci esiste. Usate i verbi iru e aru (che significano esistere) per esprimere questo concetto. Usate iru per parlare di persone ed animali, aru per oggetti inanimati (libri, tavoli, macchine da cucire). La frase funziona cosi’:
Qualcosa/qualcuno wa/ga posto ni aru/iru.
Notate l’uso della particella ni (a,in,su, ecc) dopo il luogo e prima del verbo.
Naoko san wa mise ni iru. なおこさんはみせにいる。-直子さんは店にいる。
[Naoko argomento negozio nel esiste.]
Naoko e’ al/nel negozio.
Pasokon ga tsukue ni aru. ぱそこんがつくえにある。-パソコンが机にある。
[Computer so tavolo su esiste.]
Il computer e’ sul tavolo/C’e’ un computer sul tavolo.

Una nota su GA
Ci sono motle somiglianze tra WA e GA, in quanto entrambi sono in relazione al soggetto della frase. C’e’ un modo di aiutare a non confonderli.
GA - "Questo, e non qualcos’altro"
ranma ga koko ni iru.-らんまがここにいる。-乱馬がここにいる。
[Ranma so qui a esiste.]
Ranma e’ qua.
ranma wa koko ni iru. らんまはここにいる。-乱馬はここにいる。
[Ranma argomento qui a esiste.]
Ranma e’ qua. (qui puo’ esserci o meno importanza sul qua)
Simili? Si, ma rispondono a domande diverse. Se qualcuno chiede “dov’e’ Ranma?” rispondete “Ranma e’ QUA”. D’altro canto, se qualcuno chiede “Chi c’e’ qua?” si risponde "RANMA e’ qua." con l’enfasi su Ranma.

Esempi di frasi
Mentre imparate la grammatica, c’e’ bisogno di rafforzare questi nuovi concetti usandoli nelle frasi. Cercate di leggere molte frasi usando le parole e la grammatica che avete imparato. In quel modo vi avvicinate a come le frasi suonano, e a come i diversi “pezzi” grammatica vengono combinati.
kono heya wa hiroi desu ne.-このへやはひろいですね。-この部屋は広いですね。
[Questa stanza argomento ampia e’, vero?]
Questa stanza e’ grande, vero?
Jibun no atama o taberu nante muri desu yo!-じぶんのあたまをたべるなんてむりですよ!―自分の頭を食べるなんて無理ですよ!
[Propria possessivo testa so mangiare (una tale cosa) impossibile e’!]
E’ impossibile mangiarsi la testa da soli!
omae o korosu!-おまえをころす!-お前を殺す!
[tu co uccidere]
Ti uccido!
minna no chikara ga hitsuyou desu.-みんなのちからがひつようです。-みんなの力が必要です。
[tutti possessivo potenza so necessaria e’.]
Abbiamo bisogno della forza di tutti.

Altre parole di uso comune
Sostantivi
asa – mattina-あさ-朝
chikara – forza, potenza-ちから-力
jibun – se’ stesso-じぶん-自分
kage – ombra-かげ-影
ki - energia, spirito-き-気
kokoro – cuore-こころ-心
kotae – risposta-こたえ-答え
minna – tutti-みんな
makoto – verita’-まこと-真
pasokon – computer-ぱそこん-パソコン
tsukue - banco -つくえ-机
Aggettivi
hitsuyou – necessario-ひつよう-必要
muri – impossibile-むり-無理
saigo - finale-さいご-最後
ookii – grande-おおきい-大きい
chiisai - piccolo -ちいさい-小さい
Verbi
noru – salire sui mezzi di trasporto-のる-乗る
tekagen suru – trattenere-てかげんする-手加減する
tasukeru – salvare-たすける-助ける
tamesu – testare-ためす-試す
mukau - avviarsi, fronteggiare-むかう-向かう
tomaru – fermarsi-とまる-止まる
kikoeru – farsi sentire-きこえる-聞こえる
korosu – uccidere-ころす-殺す
tsukeru – attaccare-つける-付ける
Parole extra
arigatou – grazie-ありがとう
jibun no – proprio-じぶんの-自分の
kanarazu – senza dubbio-かならず-必ず
kesshite – mai-けっして-決して
omae - tu (irrispettoso/informale)-おまえ-お前
~ nante – una tale cosa ~ (Non usate wa o ga dopo nante) -~なんて
Frasario utile
omae no saigo da! おまえのさいごだ!-お前の最後だ!
tu possessivo fine e’!
E’ la tua fine!
kono mama-このまま
per come le cose stanno adesso
sou desu yo-そうですよ
E’ cosi’!
Ci sono molte parole ed espressioni costruite con la parola KI.
Alcuni esempi:
ki ga suru – avere l’impressione きがする-気がする
ki o tsukeru – stare attenti ("fare attenzione”) きをつける-気をつける
tenki - tempo (letteralmente, "l’umore del paradiso")  てんき-天気

La scrittura giapponese
E’ il momento, e’ ora di cominciare ad imparare il misterioso ed inquietante sistema di scrittura giapponese. Lo avete gia’ visto, perche’ abbiamo inserito a fianco di ogni frase la corrispondente traduzione in ideogrammi, e in effetti non c’e’ niente di misterioso ne’ inquietante, e lo capiremo insieme. Per prima cosa, un po’ di basi. Ci sono tre sistemi di scrittura nella lingua giapponese, e tutti e tre sono stati usati in praticamente qualsiasi cosa scritta in giapponese nel mondo dall’inizio del secolo scorso. Due dei sistemi si chiamano kana. Sono l’equivalente giapponese del nostro alfabeto, dato che ogni carattere e’ associato ad un suono e non ad un significato. Il terzo sistema, i Kanji, e’ una raccolta di , ognuno con un proprio significato. Inizieremo a imparare uno dei sistemi kana, conosciuto come "hiragana".
Il sistema hiragana e’ un sillabario, perche’ consiste di sillabe anziche’ di lettere. Ci sono 46 caratteri hiragana, e 45 di essi sono sillabe terminanti in vocale. Il rimanente e’ la 'n'. Per prime impareremo le sillabe che sono composte da una sola vocale, e cominceremo dalla 'a':
Per scriverla, prima disegnate il tratto orizzontale in cima. Poi scrivete il segno verticale che lo attraversa. Infine, disegnate il terzo tratto piegato, cominciando dal pezzo piu’ in alto e finendo nell’angolo destro in basso al carattere. Questo e’ tutto per ora, la prossima lezione proveremo a scrivere i caratteri sul vostro computer con un software giapponese, ma per il resto delle vocali continueremo con queste immagini .gif.

Punti importanti da ricordare
- Come diventare bravi in giapponese –
Imparando piu’ grammatica giapponese, capirete una quantita’ crescente di dialoghi di un tipico episodio dei vostri anime preferiti. Naturalmente dovrete guardarli con i sottotitoli per un bel po’, prima di poter provare senza, perche’ cosi’ riuscirete piu’ facilmente a distinguere le varie parole ed espressioni. Potete imparare parole e frasi da questo sito, dal vostro libro o con i vostri insegnanti, ma imparate meglio come usarle guardando i cartoni animati, ascoltando canzoni, divertendovi con i vedio giochi e leggendo manga. Da questo non si scappa: si impara solo attraverso infinite ripetizioni!
Non e’ possibile lasciare fuori la parte grammaticale, a meno che non siate degli infanti e abbiate anni e anni a disposizione, non riuscirete ad imparare il giapponese solo guardando cartoni animati. D’altro canto, e’ molto difficile imparare se non vi immergete un bel po’ nella lingua vera.
Per imparare il giapponese:
Credete nelle vostre capacita’ e diventate amici della lingua!
Piano ma con costanza – almeno una parola al giorno
Ascoltalo e usalo piu’ possibile
Studia SOLO quando ne hai voglia, ma ogni volta che ne hai tempo
Non andare alle lezioni successive prima di aver assimilato la precedente
Riguarda le liste di vocaboli anche quando sei occupato (al lavoro, a scuola...)
Non preoccupatevi di fare errori, o di come le vostre frasi suoneranno ad un orecchio italiano

La prossima volta
- Aggettivi modificatori
- Frasi di esempio
- Ripasso
- Vocabolario Popular Words
- Due nuove vocali

A presto!